Larderello – geothermal field – geotermia

IMG_8336

I recently I visited the city of Larderello, Tuscany, Italy and the Museum of the Geothermal Energy.

Larderello is a tectonical extension area and the largest geothermal field in Europe. The main carachteristic is the presence of a batholit at low depth (10’000m) which warms up water infiltrating from the surface and creates vapour and gas vents on the te ground. The area is also called “The Devil Valley” and it has a bad reputation among locals.

 

The city itself is quite ok but it lacks of a proper Italian lifestyle which is so common in all nearby villages. The air is also affected by sulphur gas emissions and the only advantage of living here is that houses are directly heated with hot water coming from the geothermal field…and rents are very cheap. As for all villages in Tuscany, you need a car to move around or adapt to the reliable but spare runs of the public busses.

——————-

 

La città di Larderello, in Toscana, non lontano da Volterra, é il piu’ grande campo geotermico in Europa. Ho visitato recentemente Larderello e raccolto per la prima volta dei commenti molto poco lusinghieri sulla geotermia, nota invece  in tutto il mondo come energia pulita e sicura tranne che qui. La spiegazione é semplice: a Larderello vi sono fuoriuscite naturali di vapori e acque calde, emissioni solforose e depositi evaporitici di bromo. Inoltre, vi sono tubi esteticamente brutti e in parte a vista per convogliare  il calore diretto alle case non solo di Larderello ma anche dei bellissimi borghi vicini come Pomarance a diversi cgilometri di distanza. La Valle, già anticamente é stata ribattezzata come “Valle del Diavolo”.

Parlando con gente di Volterra ho constatato di prima persona come sia abbia sul posto l’immagine di energia inquinante e malsana. Ovvia l’opposizione di nuovi impianti in nuove zone rurali ora incontaminate. Non si voglioni vapori pestilenziali né brutti tubi nella bella campagna toscana!

Ho cercato invano di spiegare che in Svizzera, a Bsilea e a San gallo si é cercato invece di fare della geotermia profonda proprio il piu’ vicino alla città, anzi a San Gallo anche proprio dentro una fattoria…

Il campo geotermico di Larderello é comunque davvero unico. La camera magmatica é circa a soli 10’000 metri di profondità perche la regione é tettonica in estensione. A 1500m la temperatura é di quasi 200 gradi. La visita del museo della geotermia di Larderello nell’impianto gestito dall’ENEL é davvero piacevole. Si cerca di essere il piu’ trasparenti possibili sulla geotermia locale e generale. C’é pero’ come un imbarazzo nel non dire la cosa piu’ semplice: Larderello é una città un po’ spettrale, senza una vera vita come nei villaggi vicini ma questo per il semplice fatto che la piccola vallata da sempre non é un luogo ospitale proprio per i fenomeni naturali appena descritti.

Per la cronaca, ho posato la mano su un tubo di riscaldamento di una casa un punto a gomito non coibentato) e davvero scottava, impossibile lasciarvi una mano sopra (penso almeno 80 gradi). Una signora del posto mi ha detto che anche se i riscaldamenti si possono regolare, i riscaldamenti in casa sono sempre accesi e che le finestre sono spesso aperte per rinfrescare la casa. Beh, chiaro, tanto é acqua calda naturale del sottosuolo.

Ecco un po’ di foto:

IMG_8331 IMG_8332 IMG_8337 IMG_8342 IMG_8343 IMG_8344 IMG_8346 IMG_8348 IMG_8352 IMG_8353 IMG_8354

 

Geotermia a Milano, ma..l’archeologia viene prima!

geotermia a Milano

 

Milano
Milano (Photo credit: Wikipedia)

 

 

Siamo in agosto, gran caldo a Milano. Nel quadrilatero della moda, a due passi da via alla Spiga, eccoci insieme a Francesco (Foldtani) a seguire l’indagine archeologica prima della perforazione vera e propria per l’impianto geotermico a circuito chiuso che attimge alla falda (qui é circa a meno 30 metri dal piano di campagna).

L’indagine archeologica é d’obbligo essendo l’edificio nel centro storico e a un centinaio di metri dalle vecchie mura romane che spesso si trovano in scavi di cantieri a Milano ad una profondità di pochi metri.

Abbiamo trovato dei cocci di vasellame settecentesco e rinascimentale, una ghiacciaia medievale, qualche mattone di epoca romana, ma niente altro di importante. i lavori possono proseguire.

Un’esperienza in fondo rara, quella di osservare l’ispettorato dei beni archeologici al lavoro.

http://embed.animoto.com/play.html?w=swf/production/vp1&e=1376421078&f=0apmmu6sPbmwYa8C5jS0LQ&d=0&m=p&r=360p+480p&volume=100&start_res=480p&i=m&ct=Studio%20geologico%20FOLDTANI&cu=http://foldtani.it&asset_domain=s3-p.animoto.com&animoto_domain=animoto.com&options=

We are at the center of Milan (near via alla Spiga/Corso Venezia, just 5 minutes walking from the Duomo).

Before any drilling for the waterwell (the project is for a geothermal system in an old building) we need to go through an archeological investigation carried out by a state archeologist..

Enhanced by Zemanta

Geotermia profonda in Svizzera: end of the game

Mi sveglio con la notizia piu’ temuta ma in fondo che molti (io compreso) si aspettavano: la perforazione che ha raggiunto i 4450m di profondità ha provocato un sisma di magnitudo 3.6 percepito anche dalla popolazione.

Questo segna la fine dei tentativi di sfruttare questa tecnologia almeno in Svizzera. Dopo il sisma di Basilea, e ora questo, sarà praticamente impossibile ai politici svizzeri trovare un appoggio dalla popolazione e dai finanziatori. Il progettto é costato 80 milioni di franchi, 12 milioni solo per la sismica 3D. hanno fatto le cose bene, sono stati precisi, aperti, trasparenti, tecnologicamente la punta di diamante in Svizzera… ma la natura fa quelloc he vuole. Soprattutto a grandi profondità, ma in fondo solo a 4000m, le rocce sono ancora soprattutto fragili e rompendosi si spaccano con fragore: origine del terremoto appunto.

Quando si perde, si dice, bisogna almeno non perdere la lezione. Sarà interessante cioé capire cosa ha causato esattamente il sisma (fracking? O semplici dinamica delle rocce?).

Ma il risultato non cambierà, it’s over.

Tra pochi giorni l’annuncio sarà ufficiale.

Sito del progetto di geotermia profonda della città di San Gallo

 

Eccomi sul sito della perforazione due mesi fa, maggio 2013
Eccomi sul sito della perforazione due mesi fa, maggio 2013